Cara mamma prendiamoci cinque minuti di pausa, ti va?

Sono proprio felice che sei qui, grazie di leggermi!

Nello scorso articolo ti ho raccontato di come insieme a mio marito prem abbiamo creato il nostro primo “figlio”, Love Shaman Way, il nostro progetto di condivisione della Via Sciamanica del Cuore con tutti coloro che sentono di voler vivere più in armonia con se stessi e con il mondo. Per leggerlo, clicca qui.

Oggi, invece voglio parlarti della mia avventura di mamma di Michelangelo e (manca ormai poco) di un secondo bimbo in arrivo.

La maternità è un argomento molto personale e sono sicura che potrà essere motivo di ispirazione, confronto e supporto.

Se non sei mamma o se sei un uomo, non te ne andare, rimani qui con noi in questo salotto virtuale che sto creando con te, perché sto per raccontarti di qualcosa che può essere utile anche a te 😉

Sono mamma e ti capisco!

Ti confido subito che non ti parlerò di come essere una brava mamma, non ci sono a riguardo né giudizi né indicazioni in questo articolo, perché ognuna di noi ha la propria esperienza e il proprio sentire. 

Anzi, ti capisco!

Non c’è un libro di istruzioni a come essere la mamma perfetta e tante donne mi dicono, ‘mama Alessia, spesso mi sembra di essere in una barca, in mezzo al mare e alle intemperie e devo fare di tutto per destreggiarmi e non annegare!’

Ti risuona? 

Anch’io mi sono sentita impreparata di fronte a certe situazioni con mio figlio e ti assicuro che è una sensazione normale.

Ti è mai capitato poi di sentire tutti intorno a te sviolinare consigli a profusione su come dovresti crescere tuo figlio?

Quante opinioni diverse, saranno utili?

“Ascolti troppo tuo figlio!”, qualcuno mi ha detto.

Secondo loro io ascolto troppo mio figlio e non dovrei farlo, ‘perché i bambini si sa sono bambini, non sanno cosa è giusto o non è giusto per loro e quindi danno delle informazioni distorte’.

Sai cosa mi è successo?

In quel momento quando mi hanno dato queste informazioni mi sono sentita rimbalzata nel mio passato, quando ero bambina e mi sono ricordata che ogni volta che parlavo con i miei genitori, magari perché avevo una difficoltà, loro mi rispondevano: “Ma che vuoi che sia Alessia, vuoi sapere i miei problemi? I tuoi in confronto sono una sciocchezza e stai lì a piangere per nulla”. 

Ti è capitato anche a te da bambina di non essere stata ascoltata? 

Allora mi sono chiesta

Che cosa vuol dire essere madre?

Ho notato che essere mamma è spesso identificato come un ruolo, cucito sulla pelle e irreversibile atto di servizio assoluto e incondizionato verso i nostri figli. 

Siamo così devote ai nostri bambini che spesso ci identifichiamo appunto così tanto con quel ruolo da dimenticarci che siamo anche individui, donne con i nostri desideri ed ambizioni. 

Chi non è mamma poi – lo avrai sentito dire anche tu – non può capire certe cose! 

Ti è capitato da ragazza di sentirti dire (magari da tua mamma o da tua nonna) quel lo capirai solo quando sarai mamma

Per me, essere madre non è solo quando una donna mette al mondo un figlio. 

In realtà, io credo che le donne sono madri anche quando realizzano dei progetti e creano la realtà che le circondano, quando sono connesse con il loro Potere della Madre

Il potere della madre: l’energia creatrice femminile in noi

Prima di diventare mamma di Michelangelo quando volevo creare Love Shaman Way, ricordo che sentivo un’energia molto potente dentro di me, quasi come se volesse “uscire da me”. 

Hai presente quando senti di pancia quella spinta a creare qualcosa e non importa cosa sia, se sia un progetto, l’apertura di un negozio, un figlio, un agriturismo o creare un orto…

Ti è mai capitato di sentirla? 

Ecco, quella spinta, quella forza in te si chiama il Potere della Madre o Energia Creatrice Femminile, detta anche potere intuitivo, lo sapevi?

Per cui questo articolo non è solo per le mamme che si interrogano su come agire con i propri figli, ma anche per tutte le donne che vogliono creare qualcosa e desiderano delle risposte, di essere guidate e supportate!

E anche per te, caro uomo che mi leggi, perché in realtà anche tu hai dentro di te questo potere intuitivo, fammi sapere se ti piacerebbe un articolo dedicato a questo argomento dal punto di vista degli uomini!

Come ho evitato il rischio di cadere nei condizionamenti

Ascoltando! 

Sì ascoltando, ma consapevolmente!

C’è chi dice di non ascoltare nessuno e chi invece diventa succube dei condizionamenti altrui, sia nella maternità così come nella creazione di un progetto per esempio.

Qual’è il segreto?

Il segreto per me è sì di ascoltare le varie opinioni, perché tutte raccontano una certa verità, ma poi di centrarti in te stessa, connetterti con il tuo sentire e lasciarti guidare dal tuo Potere di Madre, dal tuo Potere Creativo/Intuitivo!

Perché sembra così difficile contattare il nostro potere di madre?

Direi che è facile!

Ok, diventa difficile e non riusciamo ad andarlo a prendere e ad utilizzarlo nella nostra quotidianità, perché ci siamo dimenticate come contattare questa parte e non sappiamo più come ascoltarla.

Capisco che se intorno hai sempre chi ti dice cosa fare e come farlo è davvero difficile ascoltare se stessi e non farsi influenzare dagli altri!

Quando ho difficoltà con mio figlio ora so cosa fare.

Ho imparato ad ascoltare le opinioni intorno e anche ad ascoltare me stessa, a ritornare a me stessa, diventando piano piano una mamma e donna consapevole.

Se prendi i consigli degli altri come una possibilità di integrarli nella tua esperienza di mamma e di vita, vedrai che ti guideranno a scoprire cose di te che sono nascoste nel tuo passato e che potrai guarire.

Così ho guarito quelle ferite della mia bambina interiore che non si era sentita ascoltata!

L’ascolto come percorso di crescita insieme ai nostri figli

Essere mamma non è una gara. 

Io non mi sento arrivata come mamma, non ho vinto nessun premio.

Per me essere mamma è la gioia di intraprendere un percorso di ascolto consapevole che cresce insieme ai nostri figli.

Ogni fase della crescita di Michelangelo è una nuova scuola per me, con ascolti diversi, con lavori su me stessa diversi che fino al momento prima non avevo visto né sperimentato.

Per cui non scoraggiarti e stai serena perché i nostri bambini evolvono giorno dopo giorno e con essi anche ciò che gli serve e ciò che possiamo andare a vedere di noi stesse per aiutare entrambi, te come mamma e loro.

Cosa si prova quando ascolti il tuo potere creativo/intuitivo?

Sicuramente senti che puoi fidarti del tuo potere intuitivo per relazionarti più profondamente, più consapevolmente con i tuoi figli o il tuo progetto.

Ora si passa alla pratica 😉

3 Facili Passi per contattare il tuo Potere di Madre

Desidero donarti un primo approccio di connessione con il tuo potere femminile, che ho chiamato il ‘potere della madre’ o potere creativo.

Sei pronta? 

Mettiti comoda e segui questi tre semplici passi. 

Iniziamo 🙂 

Passo numero 1: Siediti un momento e fai un bel respiro, poi visualizza una Dea

a te cara, qualunque Dea arriva è quella giusta.

Passo numero 2: Visualizza l’immagine di ciò che vuoi creare in tutti i dettagli o della situazione che stai vivendo con i tuoi figli. Ti consiglio qui di scrivere su un foglio o di disegnare cosa vedi e come vorresti che fosse.

Passo numero 3: Ringrazia con una preghiera, qualsiasi preghiera va bene, anche semplicemente 

Ti ringrazio per aiutarmi a realizzare ciò che voglio creare con i miei figli.

oppure 

Ti ringrazio per aiutarmi a realizzare ciò che voglio creare su questa Terra.

Conclusioni

Hai vissuto un’esperienza simile alla mia?

Scrivimi sono qui per supportarti e condividere con te.

Mi auguro che questo semplice metodo possa averti aiutato ad entrare in contatto con il tuo potere di madre, il tuo potere creativo (la Dea in te) e che questo articolo abbia fatto luce sul grande dono che hai.

Nel prossimo articolo ti racconterò altre mie avventure nel percorso di mamma consapevole ed anche di cosa mi è successo quando ‘ho perso la bussola’!

Ti ringrazio per il tempo che hai dedicato alla lettura di questo articolo e spero di conoscerti presto.

“Amore, luce e gioia infinita. Aho!”

mama Alessia

Per supportarci l’una con l’altra stiamo connesse, seguimi sui social