fbpx

Quando sono stato contattato da Mediaset per partecipare alla trasmissione Forum su Canale 5 ho colto l’opportunità di parlare, attraverso un mezzo di comunicazione molto diffuso qual è la televisione, di quello che è lo sciamanesimo e divulgare informazioni su questa forma di spiritualità, che è la più antica al mondo.

PAURA DI ESSERE MANIPOLATI?

Nel mio ruolo di sciamano dovevo testimoniare nella causa che vedeva marito e moglie chiedere la separazione proprio in conseguenza della scelta di quest’ultima di intraprendere un percorso di crescita personale e spirituale attraverso lo sciamanesimo.

L’intento primario che mi ha portato a partecipare è stato quello di poter contribuire, attraverso le mie parole, allo sdoganamento della figura dello sciamano dall’immaginario collettivo che lo associa allo stregone, al mago, a colui che manipola e fa del male.

Durante la trasmissione si è parlato ampiamente della più grande delle paure che ci assalgono quando intraprendiamo determinati tipi di percorso: la paura della manipolazione.

Affidandoci ad uno sciamano abbiamo paura di perdere la nostra libertà di azione e di venire plagiati e manipolati nelle nostre scelte. Questo accade però senza accorgersi delle grandi manipolazioni in atto costantemente nella società come ce ne sono, e ce ne sono state, e ci saranno ancora a tutti i livelli, politico – religioso – sociale.

Il nostro principio cardine è il bene della persona che ci chiede aiuto. E se tutte le forme di manipolazione fossero comunque volte ad avere individui più felici allora non dovrebbero essere considerate così negativamente.

Non credi?

La paura e la diffidenza sono due strumenti utili per difendersi da qualunque forma di manipolazione o persuasione negativa, ma poi dobbiamo ricordarci che tutto è sempre perfetto, almeno per come la pensiamo noi.

Se una persona deve vivere una certa esperienza nulla la potrà proteggere, perchè attraverso di essa potrà compiere quel passo evolutivo che cambierà il suo stato di coscienza.

LO SCOPO DELLO SCIAMANO

Il nostro intervento ha come unico scopo quello di aiutare le persone in difficoltà a trovare la loro auto-guarigione, il loro modo di guarire da ferite mentali, fisiche, emotive o karmiche, senza per questo entrare in conflitto con la scienza o la medicina tradizionale.

La differenza tra la nostra filosofia e la medicina tradizionale è principalmente che noi entriamo in contatto e comunichiamo con quelli che vengono chiamati “spiriti guida” o “alleati”, di cui l’esempio più conosciuto è l’animale guida.

Un esempio della connessione con gli spiriti guida è più facilmente comprensibile per la mente umana quando vediamo una donna partorire. Se la donna è connessa a queste energie, può avere la possibilità di far nascere un’altra anima sentendo la forza divina che la sostiene, senza provare dolore, trasformando quella che per molti è un’esperienza difficile e traumatica, in una gioiosa danza con la vita.

Non credi sia possibile? Come descrivo nella trasmissione, questo è ciò che è successo alla mia compagna nel parto naturale nativo che ha avuto nel 2016, in una tenda rossa all’interno di un bosco, documentato anche in questo video.

Ricorda, abbiamo a cuore la vita di ogni essere umano, quella di nostro figlio in primis. Questo era un luogo che abbiamo preparato con cura, sterilizzato, a meno di 20 minuti d’auto da un ospedale, ed eravamo accompagnati da un splendida donna che oltre ad essere un medico è un’ostetrica con centinaia di parti naturali al suo attivo.

Purtroppo, quando lo scenario è quello di un tribunale, per quanto finto possa essere, le persone tendono sempre ad identificare la vittima e il carnefice senza tenere in considerazione il cambiamento che c’è stato e se quest’ultimo si sia rivelato positivo per i soggetti in causa.

Per me avevano sbagliato tutti e tre e allo stesso tempo tutti loro avevano delle valide ragioni.

La più grande difficoltà per l’essere umano è proprio quella di vedere e saper riconoscere il cambiamento. Quando ci si incammina verso l’evoluzione è importante mantenere viva la memoria di chi eravamo, mettendola in relazione con le persone che siamo diventati dopo il cammino fatto, per quanto breve possa essere stato.

Nel caso esposto in trasmissione secondo me sarebbe stato necessario lavorare su tutti i membri di questa famiglia in difficoltà al fine di riportare l’armonia che deve regnare in ogni rapporto interpersonale e cercare così di osservare le cose da una prospettiva diversa che forse non avrebbe portato a tanta rabbia.

È vero che una persona che ha appena intrapreso un cammino di crescita spirituale può essere ancora fortemente soggiogata dalle proprie emozioni, faticando nel mantenere il suo centro, e c’è da aggiungere che in tutto questo i riflettori della televisione non sono certo di aiuto.

Ma con la pratica e l’esercizio quotidiano si può davvero migliorare la propria esistenza senza cadere preda della rabbia o dell’aggressività.

Devo dare ragione all’ospite colombiana che ha messo in evidenza due punti fondamentali: il primo è che la donna (Lorella) non aveva sicuramente trovato una calma interiore (dimenticandosi però che questa era una persona che aveva tentato il suicidio e quando ha iniziato il suo percorso con lo sciamano era soggetta ad una depressione molto acuta) ma aveva ritrovato la voglia di vivere, come mamma e donna che potrà ancora ricostruirsi una vita.

Il Secondo punto riguarda il momento nel quale Lorella (la moglie e mamma) dice che vuole lasciare marito e figlio per andare a vivere con lo sciamano. Come guida e padre di un bellissimo bambino, non posso condividere questa scelta, ed è qualcosa che noi non proponiamo. Non è pensabile che si possa vivere nella gioia lasciando un figlio, ancora minorenne (anche se per poco), dimenticandosi che il ruolo di ogni genitore è quello di essere al servizio dei propri figli in modo consapevole. Così come occorre accettare che i nostri figli saranno tali sino alla fine dei nostri giorni e che saremo genitori per sempre.

Però anche l’ospite colombiana si è sempre espressa in modo molto aggressivo, giudicante e offensivo, non solo nei miei confronti, ma di tutto il movimento che promuove lo sciamanesimo nel mondo, senza aver prima cercato di conoscermi. Per cui, anche se condivido alcuni suoi pensieri, non mi appartiene quel suo modo di manifestare le proprie opinioni. Penso non sia stato un messaggio positivo per nessuno e in modo particolare per i nostri figli.

Proprio in televisione occorrerebbe cambiare i modi, i toni, ci dovrebbe essere più rispetto, più comprensione, più ascolto reale. Un modo nuovo di manifestare le nostre idee, opinioni, credenze o valori per educare alla vita. Solo la conduttrice ha saputo rimanere nel suo centro e prendere anche le distanze da certe affermazioni e da certi comportamenti.

IL DENARO VS LO SCIAMANO

Un altro punto emerso nella trasmissione è stato quello del denaro. Nella società in cui viviamo il denaro è un mezzo di scambio convenzionalmente accettato, e come tale deve essere considerato anche nel caso di una delle nostre prestazioni.

Perchè dovremmo pagare tutti i servizi come quelli della medicina tradizionale, o il pane dal fornaio e non quelli di uno sciamano?

Sono tutti considerati bisogni primari. Allora non sarebbe bello se si potessero avere anche le cure della medicina tradizionale gratuitamente, visto che l’unica cosa che dovrebbe essere importante su questo pianeta è il benessere e la felicità della persona?

Su questo punto la nostra visione è etica e trasparente in quanto i costi delle nostre attività e prestazioni sono tutti apertamente dichiarati sui nostri siti e visibili chiaramente a tutti, così come la presentazione di chi siamo.

La mia biografia è interamente pubblicata qui e contiene tutto quello che sono stato, con i miei errori e i traguardi che ho raggiunto nella vita, perchè ogni passaggio mi ha permesso di diventare la persona che sono oggi.

Lo sciamanesimo è uno strumento che, nelle mani di persone oneste, può davvero contribuire al cambiamento di una persona facendole ritrovare la gioia di vivere e la serenità. Non è migliore rispetto alle altre filosofie o tecniche. Se guardiamo con il cuore possiamo riconoscere quando c’è manipolazione in una situazione, ma solo sperimentandola ed entrandoci in contatto potremo esprimere il nostro giudizio in proposito.

Il modo migliore per capire se è in atto un plagio o se un professionista è bravo o meno è affidarci e sperimentare senza preconcetti. Così come facciamo sempre quando dobbiamo scegliere qualcuno.

IL VIDEO DELLA PUNTATA

Ti invito quindi a prendere visione di questo video. Si tratta di un estratto del programma “Forum” andato in onda su Canale 5, venerdì 12 aprile 2019.

Se invece desideri vedere la puntata completa (con anche gli stacchi pubblicitari) la trovi nel sito ufficiale di Mediaset, cliccando qui.

E tu cosa ne pensi riguardo agli argomenti che abbiamo trattato in questa trasmissione? Fammelo sapere scrivendo i tuoi commenti onesti e sinceri. Ricorda però che non ammettiamo nessuna forma di volgarità e di giudizio non costruttivo teso solo ad offendere.

Approfitto di questo spazio per ringraziare tutte le persone che mi hanno accompagnato in questa particolare e intensa esperienza, in particolar modo la mia compagna mama Alessia e mio figlio Michelangelo che mi sono sempre accanto e mi supportano con infinito amore. Senza dimenticare i miei allievi del cuore e membri del team di Love Shaman Way, Enrico e David.

prem Antonino – lo Sciamano dell’Amore

Condividi questo articolo con i pulsanti qui sotto:

The following two tabs change content below.

Love Shaman Way

Love Shaman Way è una filosofia di vita, uno spazio aperto a tutti dove condividere e trovare gli strumenti necessari per vivere nella vera felicità e nell’amore incondizionato secondo le antiche tradizioni sciamaniche di tutto il mondo.

Pin It on Pinterest

Share This