SABRINA GHIDINI

“Il senso del viaggio è la meta, il richiamo… La meta non è un posto, ma quello che proviamo, e non sappiamo né dove né quando ci arriviamo.”

Se vuoi scoprire i servizi offerti da Sabrina clicca qui, altrimenti puoi approfondire il suo percorso olistico continuando a leggere questa pagina.

Mi chiamo Sabrina e abito nel Canton Ticino (a nord dell’Italia), in una piccola realtà regionale dove tutti si conoscono… ma io non conoscevo la vera me stessa!

Premessa brevissima: sono cresciuta in una famiglia tradizionale, due fratelli minori, mamma e papà che stanno tuttora assieme… insomma un retroterra che più normale di così, non si può.

Idem la famiglia che ho scelto: marito, due figli (maschio e femmina), il cane… tutto molto nella norma!

Poi alcuni anni fa ho sperimentato un trauma emotivo. Già poco prima che questo avvenisse mi era arrivata la necessità di sentire, sentire il mio dolore come una cosa giusta da fare.

Fino a quel momento ero stata una persona che non si lasciava turbare facilmente, e che faceva parenza di emozionarsi poco.

La mia esperienza con le cosiddette discipline olistiche ha avuto inizio da lì, partecipando per prima cosa a delle costellazioni famigliari, che mi hanno subito folgorato con la loro intensità descrittiva, e fatto scoprire un mio vissuto perinatale che ha dato significato a certe mie reazioni ai fatti della vita.

“L’esperienza della nostra dimensione spirituale non può essere descritta con le parole, ma viene narrata grazie agli intervalli tra di esse”. cit.

Di seguito sempre con grande curiosità, e anche audacia dal momento che non mi era ancora ripresa, ho sperimentato in una maniera molto fluida il somatic experiencing, l’osteopatia somato-emozionale, la body experience, delle serate dedicate ai 4 elementi, lo hatha yoga, lo yoga nidra.

Nel contempo, accanto a questi momenti esperienziali, ho continuato ad esplorare la mia interiorità, alternando quindi in continuazione un approccio di analisi con uno di sintesi (razionalità contrapposta a sensazioni), in cui non saprei neanche ben definire quale fosse l’uno e quale l’altro, dal quanto pian piano si integravano sempre meglio tra di loro!

I sogni di grande impatto emotivo, il giocare con il simbolismo, e le visualizzazioni che avevo durante i momenti di meditazione, mi sono stati di grande sostegno, con il loro potenziale di lettura evolutiva rispetto a quello che mi stava succedendo.

Ho scoperto un grande piacere, quello del silenzio, e del gustarmi i momenti in cui stavo sola, viaggiando all’interno di me stessa.

“…il cammino inizia dal silenzio: silenzio che (…) è rivelazione esso stesso (…). Da qui può disvelarsi il divino che è in noi (…), sempre presente, quale orma impressa in un paesaggio sconosciuto (…) per riscoprire il Sé silenzioso dove, come in un lago che rispecchia la luna nella notte, ogni domanda diventa muta, e solo la silenziosa chiarità delle acque narra, a chi sa ascoltare, la magnifica e terribile storia del mondo”. Andrea Schöller

Continuava però ad esserci una cosa che mi faceva soffrire, cioè il non sentirmi autentica!

“Le mie paure… sono qualcosa che sento, come distanza da un centro”. Fabrizio Moro

Finché un giorno, improvvisamente mi è arrivata come una rivelazione, la consapevolezza di avere la percezione dei campi energetici. Questo “magicamente” mi ha aiutato a manifestare quella sensazione di essere un Uno con il Tutto che che era appena abbozzata… che ancora non possedeva parole per essere descritta!

Da lì all’approccio con Love Shaman Way il percorso è stato breve.

Appena visionato un filmato sul trattamento Rei-Sha-Ni, scoprendo che un corso intensivo stava per avere inizio da lì a breve… nonostante il mio fastidio nel dover guidare a lungo, ho messo subito l’intenzione di parteciparvi, pre-riservanto l’hotel!

Sono grata a prem Antonino per aver ideato il trattamento Rei-Sha-Ni, e a tutta la famiglia Love Shaman Way per avermene trasmesso la potenza, e nel contempo la sua delicatezza a cui mi sento molto affine.

Questo mi permette di donare agli altri una grande ricchezza, la possibilità di accantonare la nostra parte razionale che tende a farci credere solo in quello che vediamo (o che può essere percepito attraverso gli altri sensi), per occuparci della nostra dimensione spirituale.

Che bello poter zittire almeno per un attimo la mente impicciona e sviluppare il nostro sentire… la sensibilità che ci viene dal contatto diretto e non filtrato con l’energia vitale universale!

Questo contatto intuitivo con la Verità è fortemente evolutivo.

Attualmente sono praticante di hatha yoga-yoga integrale, partecipo regolarmente ai cerchi di tamburi sciamanici e sono fortemente motivata ad iniziare a breve un percorso di sciamanesimo.

“Qualcuno è qui per te… Se guardi bene, ti sto di fronte. Se parli piano, ti sento forte. Ermal Meta.”

Aspiro a poter accogliere nel piccolo Ticino delle persone che vogliano avvicinarsi alla loro vera natura, e a voler intraprendere (come me, ed assieme a me) un viaggio appassionante, in un percorso verso l’autenticità, la gratitudine e l’evoluzione!

Benvenuto in Love Shaman Way.

Con infinito amore, da cuore a cuore,

Sabrina Ghidini

I Servizi che propongo

Un tocco dolce e continuo. Le mani che si appoggiano sul corpo e rimangono immobili sino a quando serve. Canalizzando energie e permettendo di operare nel bene supremo.

Le vibrazioni del tamburo sciamanico, delle vocalizzazioni, della piuma che leggera ti accarezza e ti pulisce. Tutto ciò si fonde in modo armonioso in questo trattamento dolce e delicato, ma allo stesso profondo, in grado di stimolare la tua naturale capacità di auto-guarigione.